Laureus World Sports

L'Italia di Roberto Mancini e Valentino Rossi premiati ai Laureus World Sports Awards: ecco tutti i vincitori

Il calcio italiano è stato insignito del “Laureus World Team of the Year Award” (Squadra dell’anno) dopo la memorabile vittoria degli Azzurri ai Campionati Europei dello scorso anno. La vittoria della Nazionale italiana di Roberto Mancini è stata annunciata in occasione dei Laureus World Sports Awards, gli Oscar dello sport, che si sono tenuti in un format virtuale questa sera a Siviglia. Nel corso della cerimonia, presentata da Lindsey Vonn, una delle più grandi sciatrici di tutti i tempi, oggi membro della Laureus Academy, è stato premiato anche Valentino Rossi con il “Laureus Sporting Icon Award”, un riconoscimento assegnato per la prima volta nella storia dei Laureus Awards, che celebra “il Dottore”, ritiratosi lo scorso mese di novembre dopo una spettacolare carriera durata 25 anni.

È la seconda volta che la Nazionale italiana di calcio si aggiudica il “Laureus World Team of the Year Award”; la prima è stata in occasione della vittoria dei Campionati Mondiali del 2006 in Germania. Gli Azzurri hanno vinto la finale di Wembley, allungando a 34 la striscia di risultati utili consecutivi. Cinque giocatori della Nazionale (Bonucci, Chiesa, Donnarumma, Jorginho e Spinazzola) sono stati selezionati nella squadra ideale della rassegna continentale. La vittoria dell’Italia ai Campionati Europei è arrivata in un momento in cui il Paese ha sofferto in modo significativo a causa della pandemia.

Il ct Roberto Mancini ha affermato: “Grazie per questo premio eccezionale, che va condiviso con lo staff tecnico, i dirigenti e tutti i giocatori protagonisti di un ottimo lavoro, culminato lo scorso anno con la vittoria dei Campionati Europei. Considerando l’importanza del premio questo è un riconoscimento che voglio condividere con tutti i giovani del mondo”.

Gabriele Gravina, Presidente della Federazione italiana, ha affermato: “Grazie per aver scelto la nostra Federazione e la nostra Nazionale per questo premio, particolarmente significativo soprattutto in considerazione del suo valore. Grazie dal profondo del mio cuore. Giorgio Chiellini, capitano della Nazionale, ha aggiunto: “Voglio ringraziare tutti i membri della Laureus Academy. Lo scorso anno abbiamo compiuto davvero un’impresa straordinaria, vincendo l’Europeo”.

Alessandro Del Piero, Laureus Academy Member e leggenda del calcio italiano, campione del mondo con la Nazionale nel 2006, ha affermato: “Il Laureus è il più grande premio per una squadra nello sport mondiale. Vincere questo premio come membro della Nazionale nel 2006 è stato uno dei momenti più significativi della mia carriera. Quest’anno c’erano in nomination sei squadre di grande valore, ma la Laureus Academy ha voluto premiare il team che ha saputo trovare dentro di sé quel qualcosa in più proprio nel momento in cui ce n’era più bisogno. Con la loro determinazione e il loro spirito di sacrificio i giocatori della Nazionale hanno dato speranza a un Paese fortemente provato dalla pandemia”.

La cerimonia dei Laureus World Sports Awards si è colorata d’azzurro anche grazie al premio consegnato a Valentino Rossi, premiato con il “Laureus Sporting Icon Award”. “Il Dottore”, mito del motociclismo italiano, si è ritirato al termine della stagione 2021 del MotoMondiale. In una carriera durata più di un quarto di secolo, i record e lo spessore umano del centauro di Tavullia saranno difficili da eguagliare o superare, sia in pista che fuori. Il nome di Valentino Rossi apparirà per sempre nei libri di storia. Valentino ha vinto nove Campionati del Mondo, conquistando 115 vittorie e 235 podi, ed è stato l’unico pilota a vincere titoli mondiali nelle categorie 125cc, 250cc, 500cc e MotoGP.

Durante la sua carriera Valentino Rossi ha ottenuto ben 8 nominations ai Laureus Awards. Nel 2006 è stato insignito del “Laureus Spirit of the Sport Award” per celebrare il suo contributo al mondo del motociclismo dopo aver vinto per il quinto anno consecutivo il titolo iridato della MotoGP. Nel 2011 ha anche vinto il “Laureus Comeback of the Year Award”.

Valentino Rossi ha affermato: “Ho già ricevuto due premi dalla Laureus Academy, quindi devo ringraziare tutti per questo. Sono stato fortunato perché ho ottenuto grandi risultati nella mia carriera. Le vittorie di sicuro sono importanti, ma penso che la cosa più significativa è che molte persone conoscono la MotoGP e hanno iniziato a seguire il motociclismo grazie a me. Sono molto orgoglioso di questo perché il motociclismo è lo sport che amo”.

Giacomo Agostini, Laureus World Sports Academy Member, il motociclista più Vincente di sempre, ha dichiarato: “Valentino Rossi è sicuramente il più grande pilota della sua generazione e uno dei più grandi di tutti I tempi. Siamo italiani ed entrambi amiamo il motociclismo. Lo conosco molto bene e ammiro quello che ha fatto. Ha sicuramente incoraggiato molti giovani ad avvicinarsi al nostro sport non solo grazie alla sua personalità, ma anche per la sua audacia. Sono lieto che la Laureus Academy abbia deciso di assegnare a Valentino questo premio così speciale, lo “Sporting Icon Award”. Questo è ciò che Valentino è e ciò che rimarrà per sempre: un eroe per molti milioni di appassionati di sport”.

Tra gli altri grandi vincitori di questa edizione ci sono Max Verstappen, premiato con il “Laureus World Sportsman of the Year” (Sportivo dell’anno) per la straordinaria vittoria del Mondiale di Formula 1, la velocista olimpica giamaicana Elaine Thompson-Herah, premiata con il “Laureus World Sportswoman of the Year Award” (Sportiva dell’anno), la giovane tennista Emma Raducanu, cui è stato assegnato il “Laureus World Breakthrough of the Year Award” (Rivelazione dell’anno), la stella dello skateboard Sky Brown, che ha vinto il “Laureus World Comeback of the Year Award” (Ritorno dell’anno). A Tom Brady, sette volte vincitore del Super Bowl, considerato il miglior quarterback di tutti i tempi, è stato invece consegnato il “Laureus Lifetime Achievement Award” (Premio alla carriera). Robert Lewandowski, attaccante della Polonia e del Bayern Monaco, ha vinto invece il “Laureus Academy Exceptional Achievement Award” per la sua vena realizzativa nel 2021 e per sottolineare il suo impegno nel sociale.

La cerimonia dei Laureus World Sports Awards è stata anche l’occasione per mettere in vetrina le storie di grande ispirazione delle persone e delle organizzazioni che hanno lavorato instancabilmente per migliorare la vita delle persone più in difficolatà attraverso il potere dello sport, e hanno messo in evidenza il lavoro svolto dalle atlete e dagli atleti che hanno usato la propria esposizione mediatica per dare un contributo tangibile riguardo alle questioni e ai conflitti che vanno oltre lo sport.

Fondata nel 1997, la Real Madrid Foundation ha fatto leva sullo sport per migliorare le vite di un milione e mezzo di persone, per la maggior parte bambini, in oltre 100 Paesi, attraverso l'educazione, l'integrazione e la collaborazione reciproca. Sin dalla sua creazione ha preparato innumerevoli allenatori di calcio e basket per promuovere lo sviluppo dei più giovani attraverso lo sport e adesso ha ricevuto il Laureus Sport for Good Society Award.

Il Laureus Sport for Good Award è stato riconosciuto a Lost Boyz Inc., il programma di baseball rivolto ai giovani di Chicago, che sta ridefinendo alcuni dei quartieri più pericolosi della città. Il suo obiettivo è diminuire i task di violenza, migliorare le conditioner emotive e sociali e former opportunità finanziarie e universitarie ai giovani della comunità di South Shore attraverso gli allenamenti e le partite di baseball.

Il Laureus Athlete Advocate of the Year Award è stato assegnato a Gerald Asamoah e a Black Eagles. Il calciatore dello Schalke Asamoah, in prima linea nella lotta al razzismo, è apparso, insieme a tanti altri calciatori tedeschi, nel documentario del 2021 'Schwarze Adler' [Black Eagles] che racconta le esperienze di alcuni giocatori di colore nel calcio tedesco.

I Laureus World Sports Awards rappresentano il più importante evento onorifico del calendario sportivo internazionale. I vincitori sono selezionati con un voto segreto di una giuria sportiva di altissimo livello: i 71 membri della Laureus World Sports Academy, composta dalle leggende viventi dello sport che premiano i più grandi atleti di oggi.

Sean Fitzpatrick, Presidente della Laureus World Sports Academy, ha dichiarato: "Sono lieto di poter festeggiare ancora una volta il meglio dello sport con così tante sportive e sportivi durante i Laureus World Sports Awards. I vincitori sono persone davvero speciali e mi congratulo con tutti loro. È stato un anno di grande qualità, a dimostrarlo abbiamo avuto in nomination nomi di grande spessore. Decidere a chi assegnare i miei voti, in un anno in cui si sono disputate le Olimpiadi e le Paralimpiadi. So che anche i miei colleghi della Laureus World Sports Academy potranno confermare le mie parole”.

I Laureus Awards mostrano il lavoro svolto da “Laureus Sport for Good”, Fondazione che utilizza il potere dello sport per porre fine a violenza, discriminazione e disuguaglianza, dimostrando che lo sport può cambiare il mondo. Attualmente Laureus supporta oltre 250 programmi in circa 40 Paesi. Sin dai suoi inizi nel 2000, Laureus ha contribuito a migliorare la vita di più di sei milioni di giovani.

Di seguito l’elenco completo dei vincitori:

Laureus World Sportsman of the Year Award: Max Verstappen

Laureus World Sportswoman of the Year Award: Elaine Thompson-Herah

Laureus World Team of the Year Award: Italy Men’s Football Team

Laureus World Breakthrough of the Year Award: Emma Raducanu

Laureus World Comeback of the Year Award: Sky Brown

Laureus World Sportsperson of the Year with a Disability Award: Marcel Hug

Laureus World Action Sportsperson of the Year Award: Bethany Shriever

Laureus Lifetime Achievement Award: Tom Brady

Laureus Academy Exceptional Achievement Award: Robert Lewandowski

Laureus Sporting Icon Award: Valentino Rossi

Laureus Sport for Good Award: Lost Boyz

Laureus Sport for Good Society Award: Real Madrid Foundation

Laureus Athlete Advocate of the Year Award: Gerald Asamoah and the Black Eagles        


25/04/2022
SportDaily.it
SportDaily.it
SportDaily.it
Immagine MarathonWorld.it