Giro delle Dolomiti

Molte novità contraddistingueranno il giro ciclistico delle Dolomiti del 2020 che si svolgerà dal 19 al 25 luglio

Molte novità contraddistingueranno il giro ciclistico delle Dolomiti del 2020, che si svolgerà tra otto mesi, dal 19 al 25 luglio. Accanto a una tappa corsa interamente in Trentino, tra le Dolomiti di Brenta, la novità più grande è rappresentata dai Giro Sprint. Con questi quattro ulteriori, dinamici passaggi cronometrati, lunghi al massimo 2 chilometri e più pianeggianti rispetto alle prove a cronometro in montagna, la classifica generale sarà sicuramente messa sottosopra. Giovedì il presidente del comitato organizzatore Simon Kofler e il suo vice Luca Gransinigh hanno presentato il Giro delle Dolomiti 2020 a Bolzano.

Tutti i 600 partecipanti che ogni giorno potranno prendere parte alle singole tappe, nell’estate 2020 potranno aspettarsi un Giro delle Dolomiti di prima classe. Un Giro che offrirà alle cicliste e ai ciclisti – si prevede che proverranno da 30 diversi Paesi – uno sguardo splendido sulla regione più settentrionale d’Italia, ma contemporaneamente richiederà loro il massimo.

Infatti, nel giro di una settimana percorreranno in sella 660 chilometri con quasi 12.000 metri di dislivello. “Rispetto all’anno scorso la distanza complessiva è rimasta quasi uguale, tuttavia i partecipanti dovranno affrontare quasi 2000 metri di dislivello in più”, ha affermato il presidente del comitato organizzatore Simon Kofler. In questo modo gli organizzatori hanno risposto a un ampio sondaggio che alcune settimane fa ha visto coinvolti 435 partecipanti. Dai dati è emerso che la condizione delle atlete e degli atleti è al di sopra della media.

Giro al via domenica 19 luglio 2020

Il Giro delle Dolomiti 2020 inizierà domenica 19 luglio con la prima tappa nel paradiso della Mendola. Passando per il passo Mendola il percorso porterà le cicliste e i ciclisti da Bolzano a Sarnonico, Fondo e Senale. I partecipanti arriveranno poi a Lana attraverso il passo delle Palade per tornare infine a Bolzano attraverso la val d’Adige. La seconda giornata del giro sarà all’insegna del motto “Verso l’Alpe di Siusi!”. Questo tratto è in programma per la terza volta di seguito, tuttavia quest’anno il più vasto altipiano d’Europa sarà raggiunto dalla Val Gardena.

La terza tappa, che sarà corsa martedì 21 luglio, porterà i partecipanti nelle Dolomiti di Brenta. Questa volta la partenza non avverrà a Bolzano, ma a Mezzocorona. „Per la prima volta nei nostri 43 anni di storia andiamo in questa zona, passando per il lago di Molveno e pedalando poi attraverso Madonna di Campiglio. È una tappa nuova di zecca, con cui vogliamo omaggiare la bellezza delle Dolomiti di Brenta. Sono sicuro che sarà apprezzata dai partecipanti”, ha spiegato Luca Gransinigh, che di recente ha pedalato per l’intero percorso di tappa, restandone entusiasmato. Su parti di questa tappa a maggio 2020 saranno in marcia anche i ciclisti professionisti che disputeranno il Giro d’Italia.

Il giro attorno al massiccio del Sella è la tappa regina

Tornando al Giro delle Dolomiti: dopo la giornata di pausa di mercoledì 22 luglio, giovedì il parterre internazionale s’imbatterà nella tappa regina. Percorrendo la maggiore distanza di giornata, pari a 160,3 chilometri, e il dislivello più alto (3303 m) si pedalerà attorno al leggendario massiccio del Sella. “Ogni anno dovremmo avere in programma questa tappa per la sua bellezza. Nel 2020 ci sarà nuovamente e già questo per molte cicliste e molti ciclisti è sicuramente un motivo per non perdersi il 44° Giro delle Dolomiti”, ha proseguito Simon Kofler nel corso dell’appuntamento con i media a Bolzano. Nel corso di questa tappa saranno cronometrate due tratte in montagna.

La penultima tappa di venerdì 24 luglio porterà la carovana del Giro nell’area del Catinaccio, prima sulla strada da Fiè a Tires e poi attraverso il passo Nigra verso Nova Levante e da lì, passando per San Valentino in Campo, con i suoi nove tornanti ritmati, e Collepietra, di nuovo a Bolzano. Il giro ciclistico delle Dolomiti si concluderà sabato 25 luglio con l’ormai tradizionale crono a squadre in Bassa Atesina. “Penso che siamo di nuovo riusciti a creare un buon mix di tappe, sia per quel che riguarda la varietà dei paesaggi, sia nelle difficoltà tecniche”, ha affermato convinto Luca Gransinigh.

Un carattere sportivo ancora più forte con i Giro Sprint

La più grande novità del Giro delle Dolomiti 2020 sono, come accennato all’inizio, i Giro Sprint, un'altra iniziativa con cui gli organizzatori hanno risposto agli esiti dell’ampio sondaggio. “In aggiunta alle prove a cronometro in montagna, in alcune tappe saranno presenti dei passaggi cronometrati più brevi. La loro lunghezza è di due chilometri e la pendenza non è molta. In questo modo vogliamo rafforzare il carattere sportivo del nostro giro e allo stesso tempo venire un po’ incontro ai ciclisti che, magari, hanno maggiori difficoltà nei tratti con più dislivello. Siamo convinti che con i Giro Sprint il Giro delle Dolomiti sarà ancora più eccitante”, hanno affermato all’unisono Kofler e Gransinigh.

Un’ulteriore novità presentata dagli organizzatori bolzanini è la collaborazione con l‘organizzazione umanitaria internazionale World Bicycle Relief. „Questa organizzazione finora ha portato quasi mezzo milione di biciclette in Africa, in Sudamerica e nel Sud-Est asiatico e formato più di 2.200 meccanici di biciclette per far sì che le popolazioni rurali dei Paesi in via di sviluppo possano acquisire una maggiore mobilità attraverso l’uso delle biciclette. Noi forniamo dell’abbigliamento a World Bicycle Relief e, inoltre, metteremo a sua disposizione una parte delle quote d‘iscrizione. Sono molto orgoglioso di questa cooperazione, non ci sarebbe potuta essere un’organizzazione caritativa migliore per un evento ciclistico come il nostro”, si è mostrato entusiasta il presidente del CO Simon Kofler.

Come sempre, l’indaffarato comitato organizzatore dà molta importanza alla tutela dell’ambiente. Per questo è stata notevolmente ridotta la brochure, che affascina però per il design. Inoltre gli organizzatori del Giro si sono prefissi di non usare buste e imballaggi di plastica nei punti di ristoro.

Le iscrizioni sono aperte – la quota d’iscrizione rimane invariata

Il “campo base” del Giro delle Dolomiti resterà anche quest’anno alla Fiera di Bolzano. “Per le nostre esigenze e per tutto quello che riguarda la logistica, la Fiera Bolzano continua a essere perfetta. Da molti anni è nostra partner e la collaborazione ha dato ottimi risultati. Una novità riguardante il prossimo Giro è che offriremo a tutti i partecipanti una colazione presso la Fiera di Bolzano. Iniziative come questa, che aumentano la nostra atmosfera familiare, ci contraddistinguono e ci differenziano da altri eventi. Sono anche un motivo per cui numerosi partecipanti tornano ogni anno”, ha spiegato Simon Kofler, illustrando poi i costi d’iscrizione del 44° Giro delle Dolomiti. Questi – se ne rallegreranno tutti gli interessati – rimarranno uguali: il ticket settimanale per le sei tappe costerà 330 euro, mentre l’iscrizione giornaliera alle singole tappe 70 euro.

È possibile iscriversi fin da subito sul sito web della manifestazione www.girodolomiti.com. “Prima di concludere desidero ringraziare nuovamente tutti i partner, le amministrazioni locali e le forze dell’ordine. Senza il loro appoggio non sarebbe possibile organizzare una manifestazione di prima classe come il Giro delle Dolomiti”, ha affermato Kofler chiudendo l’incontro.

44° Giro delle Dolomiti – le tappe:

Tappa 1 – Mendelparadies powered by Marlene (domenica 19 luglio)

Lunghezza: 90,8 km

Dislivello: 1659 m

Tratta cronometrata: 11,7 km/523 m

Tappa 2 – Seiser Alm powered by Alpe di Siusi (lunedì 20 luglio)

Lunghezza: 88,8 km

Dislivello: 1768 m

Tratta cronometrata: 5,5 km/391 m

Giro Sprint: 1,9 km/162 m

Tappa 3 - Dolomiti del Brenta powered by Sportler (martedì 21 luglio)

Lunghezza: 145,4 km

Dislivello: 2521 m

Tratta cronometrata: 8,3 km/456 m

Giro Sprint: 2,0 km/124 m

Tappa 4 - Sellaronda powered by Q36.5 (giovedì 23 luglio)

Lunghezza: 160,3 km

Dislivello: 3303 m

Tratta cronometrata 1: 5,5 km/236 m

Tratta cronometrata 2: 4,4 km/269 m

Tappa 5 - Rosengarten powered by Cofidis (venerdì 24 luglio)

Lunghezza: 89,6 km

Dislivello: 2173 m

Tratta cronometrata: 13,2 km/625 m

Giro Sprint: 2 km/184 m

Tappa 6 - Team Crono Unterland powered by Alperia (sabato 25 luglio)

Lunghezza: 85,7 km

Dislivello: 402 m

Tratta cronometrata:15,7 km/22 m

Giro Sprint: 2 km/121 m


21/11/2019
Livescore
SportDaily.it
SportDaily.it