Sci Alpino

Il 2018 magico di Sofia Goggia continua nelle finali di Are: l'azzurra vince anche il Super-G davanti alla Rebensburg

Il 2018 magico di Sofia Goggia continua nel supergigante femminile delle finali di Are. La ventiquattrenne bergamasca, campionessa olimpica in discesa reduce il giorno rpecedente dalla conquista della Coppa del mondo nella stessa specialità, si è tolta la soddisfazione di salire sul gradino più alto del podio anche in questa disclina, dominando in lungo e in largo la pista Strecke, accorciata a causa del forte vento nella parte alta. Sofia ha infilato distacchi notevoli alla concorrenza, cogliendo senza nemmeno strafare la quinta vittoria della carriera (la seconda nella specialità) e il ventunesimo podio in due stagioni, numeri impressionanti.

Alle sue spalle si è piazzata la tedesca Viktoria Rebensburg, staccata di 32 centesimi, mentre Lindsey Vonn ha chiuso al terzo posto a 53 centesimi. Ottima anche la performance di Federica Brignone, non al massimo della condizione fisica a causa di uno stato febbrile: la valdostana ha voluto ugualmente presentarsi al via, concludendo al quinto posto, positiva anche Nadia Fanchini con il settimo posto, mentre Johanna Schanrf non è riuscita a trovare il giusto feeling, concludendo al ventunesimo posto.      

La coppa di specialità va a Tina Weirather, sesta al traguardo, che ha approfittato della caduta dopo tre porte di Lara Gut per portare a casa il trofeo per la seconda stagione di fila con 461 punti contro i 375 della svizzera, terza è Anna Veith con 339, Goggia è quinta con 311, Brignone sesta con 296 e Schnarf ottava con 259. In classifica generale l'assente Shiffrin rimane a 1673 punti contro i 1088 della Holdener e i 977 della Rebensburg, Goggia risale al quarto posto con 958 e Brignone è decima con 774. Venerdì 16 marzo il programma propone il team event.


15/03/2018
Livescore
SportDaily.it
SportDaily.it