Tour de Ski

Il norvegese Johannes Klæbo vince per la seconda volta il Tour de Ski, sulla Final Climb si impone Sjur Roethe

Ultima tappa del Tour de Ski oggi in Val di Fiemme con la Final Climb, o ‘Monster Climb’ come la chiamano i norvegesi, in un pomeriggio bigio, non certo solare come la faccia di Johannes Hoesflot Klæbo, per la seconda volta vincitore del Tour de Ski, ma meno della faccia corrucciata di Alexander Bolshunov, settimo di giornata e secondo nel “Tour”.

Tutto come previsto, comunque: gli outsiders attaccano, il leader gestisce e lo ‘zar’ è incapace di rosicchiare quei due minuti che valevano un pesante trofeo in cristallo, non certo così prezioso come la Coppa del Mondo, ma uno scivolo per la Coppa di Cristallo. Il norvegese, ormai Johannes II del Cermis (c’è un re più importante in Norvegia, Re Harald V), ha ora 1183 punti in Coppa, ben 368 in più del russo, probabilmente è inarrivabile. E mettiamoci un po’ di pepe: piatto ricco mi ci ficco, recita un proverbio popolare. Oggi Klaebo si è intascato i 55.000 franchi svizzeri di vittoria del Tour, ma lui quest’anno ha già raggiunto la ragguardevole cifra di 125.400 franchi svizzeri, tutti meritati, come il record di 46 vittorie, oggi non è vittoria di Coppa, ma il Tour vale davvero tanto. Dunque Johannes Klæbo è l’uomo più vincente nel mondo dello sci di fondo se calcoliamo 47 vittorie!

Ma andiamo con ordine in quanto alla gara di oggi. Pronti via, e ancora una volta un “oh no!” corale. Francesco De Fabiani ancora dentro lo stadio di Lago Tesero dopo lo start “vola” di nuovo, è una maledizione. “Stavolta è colpa mia”, afferma il campione di Gressoney. Il russo Chervotkin allunga subito e aumenta la velocità del gruppo, Klæbo fa la guardia in terza posizione. Inizia la salita e in testa si posizionano a dettare il ritmo Niskanen, Chervotkin, Roethe, Bolshunov e Spitsov. Al Km 8 un determinato Roethe tenta la fuga e si porta con sé Spitsov, dietro si nota un volto stanco ed è quello di Niskanen, che molla un po’ il colpo. Roethe e Spitsov rimangono assieme fino all’ultimo km quando il norvegese decide di scappare direzione traguardo, seguono i sorprendenti tedeschi Moch e Boegl.

Il re del Cermis è norvegese, si chiama ‘sir’ Sjur Roethe, all’arrivo si gira ma non vede nessuno, chiude la gara in 31’42”1 seguito a 2”4 dal russo Denis Spitsov, seccato perché evidentemente aveva pianificato diversamente la sua gara, e dai tedeschi Friedrich Moch e Lucas Boegl, mentre chiude quinto il vincitore del Tour de Ski 2022 Johannes Hoesflot Klaebo. L’azzurro Federico Pellegrino, miglior italiano, chiude l’ultima tappa 20°, rientra nella top 30 il trentino Giandomenico Salvadori, 29°.

Dunque ricapitolando la classifica finale, sale sul gradino più alto del podio Johannes Hoesflot Klaebo, a 2.3 il russo Alexander Bolshunov, terzo il finlandese Iivo Niskanen a 3.14.

Premi e podi a fine giornata, sul podio del Tour una faccia sorridente e due decisamente tristi (Bolshunov e Niskanen), in conclusione un premio speciale, “il Fiammazzo e la Fiammazza”, una statua in legno di pregio consegnata a mamma e papà Cologna per la carriera di Dario Cologna, il campione svizzero fedele partecipante al Tour de Ski e che con le sue gesta ha animato tanti appassionati lungo la salita del Cermis. Oggi non c’era perché indisposto, ma rimane sempre un grande “amico” della Val di Fiemme.

Final Climb Men

1 ROETHE Sjur NOR 31:42.1; 2 SPITSOV Denis RUS 31:44.5; 3 MOCH Friedrich GER 32:01.0; 4 BOEGL Lucas GER 32:12.1; 5 KLAEBO Johannes Hoesflot NOR 32:17.0; 6 ESTEVE ALTIMIRAS Ireneu AND 32:19.1; 7 BOLSHUNOV Alexander RUS 32:20.2; 8 BABA Naoto JPN 32:21.7; 9 TOENSETH Didrik NOR 32:23.2; 10 MALTSEV Artem RUS 32:33.2

20 PELLEGRINO Federico 33:04.6; 29 SALVADORI Giandomenico 33:25.1; 33 VENTURA Paolo 33:39.3; 36 CORADAZZI Martin 34:00.3; 49 DE FABIANI Francesco 34:53.6; 51 RASTELLI Maicol ITA 35:10.8

 

Tour de Ski Men

1 KLAEBO Johannes Hoesflot NOR 2:24:56.0; 2 BOLSHUNOV Alexander RUS +2:03.2; 3 NISKANEN Iivo FIN +3:14.5; 4 SPITSOV Denis RUS +3:21.5; 5 GOLBERG Paal NOR +4:08.3

25 DE FABIANI Francesco +8:06.6; 27 PELLEGRINO Federico +8:10.6; 30 SALVADORI Giandomenico +9:24.1; 32 RASTELLI Maicol +10:14.8; 38 VENTURA Paolo +10:50.3; 46 CORADAZZI Martin +13:09.3


04/01/2022
SportDaily.it
SportDaily.it
SportDaily.it
Immagine MarathonWorld.it