Biathlon

Dorothea Wierer imbattibile a Ruhpolding! la 27enne trionfa nell'individuale: la cronaca e le parole dell'azzurra

Cavalcata vincente per Dorothea Wierer nella 15 km individuale che apre il week-end di Ruhpolding. La 27enne finanziera di Anterselva mette in pista una gara perfetta, senza nessun errore al poligono, e vede cadere per strada tutte le avversarie, fino a concludere davanti a tutte con il tempo di 41'29"0, 12"7 meglio della finlandese Kaisa Makarainen, nonostante uno sbaglio al tiro. Terza è la canadese Rosanna Crawford, partita con il pettorale numero 96 e in lotta fino alla fine con Wierer. La canadese non sbaglia mai, ma le sue gambe cedono negli ultimi chilometri di fondo fine a consentirle il gradino più basso del podio con 21"2 di distacco. Si tratta del quarto successo individuale in carriera per Wierer (uno in più di Nathalie Santer), che aveva già vinto, nello stesso format, sul circuito di Ruhpolding due anni fa, e della sua prima vittoria stagionale.


Imponente l'avanzata dell'azzurra, sin dalle prime battute al vertice della classifica, quando se la giocava con Dahlmeier e Hildebrand, le fortissime tedesche sempre difficili da superare. Ma la freddezza al tiro di Dorothea e la sua precisione oggi non lasciavano scampo a nessuna. Così, alla seconda serie di tiro, solo Dahlmeier le rimaneva davanti, prima di crollare alla terza serie di tiri vittima di 3 errori.
Sono così 20 i podi totali di Dorothea Wierer, all'inizio di un week-end che si presenta davvero interessante, a pochi giorni dalle gare italiane di Anterselva.
Buona anche la gara di Lisa Vittozzi, che chiude al 18/o posto con un distacco di 2'15"9. 44/o posto per Nicole Gontier, con quattro errori al tiro. Sei errori per Federica Sanfilippo che chiude attardata.

Wierer: "Ho mantenuto la freddezza al poligono, dove sapevo che avrei fatto la differenza"

La pista magica di Ruhpolding che già due anni fa le aveva regalato una bellissima vittoria nell'individuale (e poche settimane dopo la coppa di specialità), consente a Dorothea Wierer di diventare con quattro successi la biathleta italiana più vincente di sempre nella storia, staccando definitivamente Nathalie Santer. Tuttavia la ventisettenne finanziera di Anterselva guarda avanti: "Sono soddisfatta - spiega -, allo start non mi sentivo al 100% ma sapevo che alla fine era una gara di tiro e mi sono presentata abbastanza sicura al momento del tiro, anche se in  piedi non ero stabilissima ho fatto il mio dovere, mostrando quello che ho fatto vedere nelle ultime settimane in allenamento. Voglio ringraziare gli skimen e i tecnici che danno grande fiducia a me e alla squadra. Il fatto di tornare a salire sul gradino più alto del podio nella specialità dell'individuale dopo avere vinto la coppa due stagioni è solo un caso, però è positivo il fatto che sono arrivata a podio in tre differenti gare, saranno tutte chances in più da giocarsi alle Olimpiadi".


11/01/2018
Livescore
SportDaily.it
SportDaily.it